Tutti gli articoli di Luca Ferretti

XII International Havemeyer Horse Genome Workshop

Dal 12 al 15 settembre 2018 si svolgerà presso il Palazzo Vistarino il “XII International Havemeyer Horse Genome Workshop” http://havpav.com/

L’obiettivo del convegno è sviluppare nuove strategie per il miglioramento della salute e delle prestazioni atletiche del cavallo attraverso lo studio del suo genoma. Sarà presentata la versione aggiornata della sequenza completa del DNA del cavallo e saranno discussi gli approcci più recenti per lo studio della sua funzione nell’ambito del progetto internazionale FAANG (Functional Annotation of ANimal Genomes). Parteciperanno al convegno 60 scienziati fra i più autorevoli esperti di genomica del cavallo a livello internazionale.

Il convegno è organizzato da Elena Giulotto, Elena Raimondi (Dipartimento di Biologia e Biotecnologie, Università di Pavia) e Ernest Bailey (Gluck Equine Research Center, University of Kentucky, Lexintgton, USA), con la collaborazione di Cecilia Osera (Dipartimento di Biologia e Biotecnologie, Università di Pavia).

Il workshop è sponsorizzato dalla Fondazione Havemeyer con il contributo di “United States Department of Agriculture” (USDA-NRSP8) e Diagenode.

EMBO Workshop a Pavia – settembre 2018. Enzymes, biocatalysis and chemical biology: The new frontiers

Dal 9 al 12 settembre 2018 si terrà a Pavia un EMBO Workshop organizzato dal gruppo di Biologia Strutturale del DBB titolo

Enzymes, biocatalysis and chemical biology: The new frontiers

E’ possibile sottoscrivere la newsletter per essere informato a questo link

http://events.embo.org/coming-soon/index.php?EventID=w18-19

Locandina dell’evento

Spedizione in Tunisia per studiare le piante aromatiche curative

Collaborazione, sostenibilità, solidarietà, ricerca per lo sviluppo e la valorizzazione di un territorio poco conosciuto e fuori dai nostri confini nazionali. Sono gli obiettivi che il dipartimento di Biologia e Biotecnologie dell’università di Pavia si è posto sancendo un accordo trilaterale con l’istituto di ricerca tunisino delle Regioni Aride (IRA) e l’università giapponese di Tsukuba, il 4 luglio scorso a Tunisi, con lo scopo di promuovere lo studio delle piante aromatiche locali per la realizzazione di prodotti derivati che possano poi essere commercializzati con vantaggi, oltre che di ricerca e valorizzazione del territorio, anche economici.

la spedizione in tunisia

Come delegazione del Dipartimento sono volati in Tunisia i ricercatori Daniela Buonocore, del laboratorio di Farmacologia ed Enrico Doria, del laboratorio di Biochimica Vegetale, che ha già alle spalle un periodo di lavoro in Tunisia. «A partire da settembre 2016, per un anno, ho lavorato all’IRA – spiega Enrico – per studiare la potenzialità di alcune piante aromatiche all’uso in campo farmaceutico e cosmetico. Come Dipartimento ricerchiamo sempre collaborazioni e così abbiamo deciso di rendere ufficiale e continuativa quella con la Tunisia per chiarire gli aspetti che riguardano lo studio di queste piante e il trasferimento del materiale biologico in Italia per l’estrazione dei composti e la realizzazione di prodotti per il mercato». Le piante protagoniste della ricerca sono tipiche delle regioni desertiche: «Per quanto riguarda il mio lavoro che è legato allo studio di piante in questo caso aromatiche e medicinali, svolgerlo in Tunisia è stato in realtà molto più stimolante, proprio perché ricco di specie potenzialmente utili a questo scopo. Si possono estrarre composti che poi possono essere utilizzati per medicinali, integratori, cosmetici. D’altronde vengono usate a questo scopo dalle popolazioni locali».

Il progetto si svolgerà con il minor impatto ambientale possibile e con l’intento di valorizzare il territorio e dare possibilità di lavoro anche agli abitanti del posto: «I due laboratori del Dipartimento collaboreranno promuovendo un’attività sostenibile e solidale: non saranno utilizzati solventi inquinanti, inoltre eviteremo qualsiasi forma di sfruttamento possa provocare alterazione dell’ecosistema.

Sarà un’opportunità per le comunità locali di avere uno sbocco economico: loro coltiveranno e raccoglieranno le piante, noi estrarremo le sostanze e distribuiremo i composti sotto forma di prodotti».

Prova di verifica delle conoscenze (TOLC) per l’ingresso a Biotecnologie e Scienze Biologiche – Aggiornamento

Sessioni anticipate della prova di verifica delle conoscenze per l’ingresso ai Corsi di Studio dell’Area Scientifica
16 – 24 luglio 2018

La seconda sessione anticipata della prova obbligatoria di verifica delle conoscenze per l’ingresso ai Corsi di Studio dell’Area di Scienze (Matematica, Fisica, Chimica, Scienze Biologiche, Biotecnologie, Scienze e Tecnologie per la Natura, Scienze Geologiche) si svolgerà nel periodo dal 16 al 24 luglio 2018 secondo le modalità indicate dalla Conferenza Nazionale dei Presidenti e dei Direttori delle Strutture Universitarie di Scienze (ConScienze) con la collaborazione del Piano Lauree Scientifiche (PLS).

Sono esonerati dal sostenere il test gli studenti che abbiano ottenuto all’esame di maturità una votazione pari o superiore a 95/100 o che abbiano superato il test nelle sessioni anticipate di aprile e luglio o presso altre sedi.
Inviare la certificazione a:
cd_biotecnologie@unipv.it  per Biotecnologie
cd_biologia@unipv.it   per Scienze Biologiche

Le sessioni di luglio sono aperte agli aspiranti studenti di tutti i corsi di studio dell’area di scienze indipendentemente dal Dipartimento organizzatore, secondo il seguente calendario:

Data/ora/tipo test Dipartimento organizzatore Aula
16 luglio, 14.00 TOLC-S Matematica C3, Polo Didattico di Ingegneria Via Ferrata 1
17 luglio, 8.15   TOLC-B Biologia e Biotecnologie L3, Palazzo San Tommaso Piazza del Lino 2
17 luglio, 14.00 TOLC-S Scienze della Terra e dell’Ambiente C3, Polo Didattico di Ingegneria Via Ferrata 1
18 luglio, 8.15  TOLC-B Biologia e Biotecnologie L3, Palazzo San Tommaso Piazza del Lino 2
23 luglio, 14.00 TOLC-S Scienze della Terra e dell’Ambiente C3, Polo Didattico di Ingegneria Via Ferrata 1
24 luglio, 8.30   TOLC-B Fisica L3, Palazzo San Tommaso Piazza del Lino 2

Le prove saranno svolte esclusivamente on-line presso Aule Informatiche dell’Università di Pavia; l’iscrizione avviene sul portale del CISIA (http://www.cisiaonline.it/), dove sono anche indicate le date delle sessioni, il tipo di test erogato e i Dipartimenti responsabili per ciascuna sessione.

E’ previsto il versamento di un contributo di iscrizione di 30,00 EUR, pagabile con carta di credito o con bonifico bancario.

La soglia fissata dai corsi di laurea in Scienze Biologiche e in Biotecnologie per il superamento della prova è pari a 18 punti.

Gli studenti che hanno superato la prova sono esonerati dalla partecipazione alla prova nelle sessioni ordinarie organizzate dai singoli Corsi di Laurea nel mese di settembre.

Il test non è comunque selettivo ed il mancato superamento non preclude l’immatricolazione al Corso di Laurea desiderato.

Per maggiori informazioni sul test TOLC vedi documento informativo

 

Convegno Congiunto 2018 – Aggiornamento Programma

Da mercoledì 20 a venerdì 22 giugno 2018, presso l’Aula F del Campus Aquae (Via Cascinazza – Pavia), si terrà il “Life Science 2018, 2nd Joint Annual Symposium of the Departments of Biology and Biotechnology, Molecular Medicine and CNR-Institute of Molecular Genetics”.

Il simposio vedrà congiuntamente impegnati i Dipartimenti di Biologia e Biotecnologie (DBB) e Medicina Molecolare (DMM) dell’Università di Pavia e l’Istituto di Genetica Molecolare del CNR (IGM-CNR) di Pavia, con lo scopo di favorire la conoscenza delle linee di ricerca, delle tecnologie e della strumentazione disponibile nelle tre diverse strutture e soprattutto di stimolare una fruttuosa collaborazione fra i gruppi di ricerca.

Nell’ambito dell’evento, il giorno 20 Giugno 2018, alle ore 16.30, è previsto un seminario della Prof. Luana Colloca, invited speaker dell’Università del Maryland, USA, dal titolo “How placebo effects influence clinical outcomes”.

ATTENZIONE: PROGRAMMA AGGIORNATO 15/6/2018  

Programma e Abstracts       

Seminario didattico 1

  • gli estremi dell’atto di conferimento dell’incarico;
  • il curriculum vitae;
  • i dati relativi allo svolgimento di incarichi o la titolarità di cariche in enti di diritto privato regolati  o  finanziati dalla  pubblica amministrazione   o  lo  svolgimento di   attività professionali (Modulo A);
  • attestazione  di non sussistenza  di situazioni,  anche potenziali,  di conflitto di interesse (Modulo B);
  • il compenso

Professionale 1

  • gli estremi dell’atto di conferimento dell’incarico;
  • il curriculum vitae;
  • i dati relativi allo svolgimento di incarichi o la titolarità di cariche in enti di diritto privato regolati  o  finanziati dalla  pubblica amministrazione   o  lo  svolgimento di   attività professionali (Modulo A);
  • attestazione  di non sussistenza  di situazioni,  anche potenziali,  di conflitto di interesse (Modulo B);
  • il compenso

Occasionale 1

  • gli estremi dell’atto di conferimento dell’incarico;
  • il curriculum vitae;
  • i dati relativi allo svolgimento di incarichi o la titolarità di cariche in enti di diritto privato regolati  o  finanziati dalla  pubblica amministrazione   o  lo  svolgimento di   attività professionali (Modulo A);
  • attestazione  di non sussistenza  di situazioni,  anche potenziali,  di conflitto di interesse (Modulo B);
  • il compenso

Occasionale senza bando 2

  • gli estremi dell’atto di conferimento dell’incarico;
  • il curriculum vitae;
  • i dati relativi allo svolgimento di incarichi o la titolarità di cariche in enti di diritto privato regolati  o  finanziati dalla  pubblica amministrazione   o  lo  svolgimento di   attività professionali (Modulo A);
  • attestazione  di non sussistenza  di situazioni,  anche potenziali,  di conflitto di interesse (Modulo B);
  • il compenso

Occasionale senza bando 1

  • gli estremi dell’atto di conferimento dell’incarico;
  • il curriculum vitae;
  • i dati relativi allo svolgimento di incarichi o la titolarità di cariche in enti di diritto privato regolati  o  finanziati dalla  pubblica amministrazione   o  lo  svolgimento di   attività professionali (Modulo A);
  • attestazione  di non sussistenza  di situazioni,  anche potenziali,  di conflitto di interesse (Modulo B);
  • il compenso

Co.co.co. 1

  • gli estremi dell’atto di conferimento dell’incarico;
  • il curriculum vitae;
  • i dati relativi allo svolgimento di incarichi o la titolarità di cariche in enti di diritto privato regolati  o  finanziati dalla  pubblica amministrazione   o  lo  svolgimento di   attività professionali (Modulo A);
  • attestazione  di non sussistenza  di situazioni,  anche potenziali,  di conflitto di interesse (Modulo B);
  • il compenso

Incontro informativo sul 2° anno del corso di laurea in Biotecnologie

Gli studenti del primo anno di Biotecnologie (triennale) sono invitati a un incontro informativo sul 2° anno del corso di laurea (a.a. 2018-2019).

Saranno presenti il Presidente del Consiglio Didattico, Prof.ssa Pastoris e il coordinatore del corso di laurea, Prof. Luca Ferretti.

Faremo in realtà incontri in due date distinte, a causa di impegni dovuti a lezioni ed esercitazioni per i corsi A e B, come segue

primo incontro: martedi, 29 maggio, alle ore 14:30 in Aula A4

secondo incontro: lunedi, 4 giugno, alle ore 14:30 in Aula Jucci (DBB) 

 

Tutorati per il superamento della prova scritta di Matematica – 4 e 7 giugno

Lunedi 4 Giugno dalle 9 alle 11 
 e
Giovedi 7 Giugno dalle 9 alle 11
si svolgeranno, nell’Aula V del Dipartimento di Chimica Organica, i tutorati in vista della sola prova scritta di matematica.
Questo tutorato e’ infatti rivolto  a quegli studenti, in corso o fuori, che non hanno ancora sorpassato la prova o l’eame di Matematica.
I docenti Proff. Gardini e Segatti

 

Progetto DNA Chiavi in Mano – ITE A. Bassi Lodi, 7 maggio 2018

Data: 7 maggio 2018 presso i laboratori dell’LBS

Classe ospitata: 25 studenti dell’I.T.E.T. A. Bassi di Lodi e del Liceo Linguistico “Sakespeare” di Crema

Docenti: Prof.ssa Roberta Carnevali, Prof.ssa Paola Cazzani

Attività di laboratorio realizzate:

  • Clonaggio molecolare di un frammento di PCR
  • Trasformazione di E. coli e selezione blu/bianco dei cloni ricombinanti

Nel corso della giornata gli studenti preparano una reazione di ligasi utilizzando un vettore plasmidico  e un inserto rappresentato da un DNA ribosomale di lievito (Saccharomyces cerevisiae) amplificato mediante PCR.  In seguito trasformano la miscela della reazione di ligasi in cellule competenti del ceppo di E. coli DH5alfa preparando autonomamente le piastre di terreno selettivo.

Le attività pratiche sono accompagnate da lezioni sul meccanismo dell’alfa-complementazione della beta-Galattosidasi nel ceppo di E. coli DH5alfa e sul meccanismo della trasformazione e della competenza.

I risultati dell’esperimento vengono esaminati nei giorni successivi con gli insegnanti che poi ne discutono in classe con gli studenti.

ISS Taramelli-Foscolo 23 e 27 aprile 2018

23 e 27 aprile 2018 presso il Laboratorio di Biologia Sperimentale (laboratorio didattico D2)

Classi: 3^A, 3^B – N. studenti: 39
Insegnanti: Proff. Ercoli Daniela, Manconi Eleonora

Attività: Amplificazione di DNA in vitro (PCR) – Digestione di DNA con enzimi di restrizione – Elettroforesi di DNA su gel di agarosio

PCR – Gli studenti amplificano un frammento di DNA del gene 18S rRNA di lievito (S. cerevisiae) mediante PCR.

Digestione – Il prodotto di amplificazione viene trattato con l’enzima di restrizione EcoRI

Elettroforesi – I prodotti di PCR vengono controllati su gel di agarosio prima e dopo la digestione con EcoRI